Teatro alla Scala di Milano

Un po' di storia sul Tealtro alla Scala di Milano

Dopo l’incendio del 25 febbraio del 1776, il Teatro Ducale fu distrutto e i novanta proprietari dei palchi del teatro chiesero all'Arciduca Ferdinando d'Austria la costruzione di un nuovo teatro. L'architetto neoclassico Giuseppe Piermarini crea un primo disegno respinto dal governatore austriaco. Il secondo progetto fu accettato dall'imperatrice Maria Teresa I. Il nuovo teatro porta questo nome perché è stato costruito nel luogo che occupava la chiesa di Santa Maria alla Scala. Questo fu demolito, e in due anni Pietro Marliani, Pietro Nosetti e Antonio e Giuseppe Fe costruirono il nuovo edificio inaugurato il 3 agosto del 1778 con il nome di Nuovo Regio Ducale Teatro alla Scala. Come molti altri teatri del tempo, La Scala fu anche un casinò.

La struttura originale è stata ristrutturata nel 1907, con i caratteri architettonici che oggi conosciamo. Nel 1943, i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale danneggiarono gravemente il teatro che fu ricostruito e rilanciato l'11 maggio 1946 con un concerto diretto da Arturo Toscanini. Il Teatro alla Scala è stato l'ospite di numerose opere famose e ha avuto un rapporto molto speciale con il compositore Giuseppe Verdi.

Il teatro è stato restaurato dal 2002 al 2004, il progetto è stato progettato dall'architetto Mario Botta. Durante questo periodo la società si trasferisce al Teatro degli Arcimboldi. Il progetto di ristrutturazione vide scontrarsi due diverse filosofie. La prima è stata quella di demolire l'intera area dietro il palco per creare un'area di servizio moderna e funzionale "degna di uno dei teatri più importanti del mondo". L'altra filosofia era quella di riportare La Scala al suo splendore originale eliminando tutte le successive modifiche. Infine le due idee sono state combinate con un risultato squisito!

Per la riapertura del teatro è stata scelta la stessa opera usata nella sua apertura "L'Europa riconosciuta de Salieri".

Cosa è oggi La Scala di Milano?

Attualmente l'edificio che alberga la Scala di Milano ha un museo con una straordinaria collezione di dipinti, schizzi, statue e altri documenti legati all'opera.

Anche dopo l'ultima ristrutturazione, i tappeti e le pitture che nascondevano il marmo originale furono rimosse e, per quanto possibile, le decorazioni del XVIII secolo furono recuperate. Lo spazio aggiunto alla parte posteriore del palco ha la capacità di salvare più scenari contemporaneamente. D'altra parte, i posti sono stati dotati di monitor dove scegliere la lingua del libretto, potendo scegliere tra inglese, francese o italiano.

Curiosità del Teatro alla Scala di Milano

Sapevi che il compositore Giuseppe Verdi non ha eseguito per molti anni presso il Teatro alla Scala? Nonostante il rapporto speciale di Verdi con il teatro, ha accusato l'orchestra di modificare la sua musica.

Sapevi che Maria Callas ha debuttato alla Scala di Milano il 12 aprile 1950 con Aida? Purtroppo la ricezione del pubblico fu così fredda che lasciò il palco senza finire l'interpretazione. Nella seconda rappresentazione di questo lavoro, il dicembre successivo, raccolse tutto il suo successo e ottenne il nome di la Divina.

Perché visitare La Scala di Milano?

Il Teatro alla Scala di Milano è uno dei più importanti Teatri d'Opera del mondo. Si trova nella piazza del municipio, vicino alla Galleria Vittorio Emanuele II e alla Piazza Duomo di Milano.

Fin dalla sua costruzione e per più di due secoli, il Teatro alla Scala di Milano ha acquisito prestigio in tutto il mondo. Qui si sono presentati i più grandi compositori, celebri cantanti, direttori d'orchestra, direttori e cori, cui nomi rimarranno per sempre nella storia della musica classica e lirica. Tra questi possiamo citare Alfredo Catalani, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Gaetano Donizetti, Gioacchino Rossini, Arturo Toscanini, Victor de Sabata, Guido Cantelli e Tullio Serafin.

Altre attrazioni nella zona

A poca distanza dal Teatro alla Scala di Milano si trova la meravigliosa Galleria Vittorio Emanuele II, conosciuta anche come "il Salotto di Milano". Una galleria commerciale disegnata nel XIX secolo che contiene i più famosi negozi di Milano così come ristoranti con terrazze di fronte alla galleria. Uno degli ingressi di questa bellissima galleria si affaccia sulla piazza dove si trova il Duomo di Milano. Il Duomo di Milano è un'impressionante opera dell’ architettura gotica nel cuore della città.

È possibile visitare l'interno di questo maestoso duomo ma è anche possibile visitare le sue Terrazze. La terrazza panoramica occupa praticamente tutta la superficie del tetto e offre la possibilità di passeggiare ed ammirare la splendida vista della città.

Molto vicino al Teatro alla Scala di Milano, troviamo la Pinacoteca di Brera che è considerata una delle migliori collezioni d'arte d'Italia in quanto ospita opere di grandi artisti come Raffaello e Caravaggio.

Informazioni Utili

Orari di apertura:

Aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:30

Ultimo ingresso alle ore 17:00

Chiuso il 7 dicembre, il 24 dicembre nel pomeriggio, il 25 dicembre, il 26 dicembre, il 31 dicembre nel pomeriggio, il 1 gennaio, Pasqua, il 1 ° maggio e il 15 agosto.

Indirizzo e Mappa

Via Filodrammatici, 2 - Milano.

Vedi Mappa

Raggiungi comodamente i musei con i nostri servizi di transfer!
SERVIZIO DI TRANSFER
SERVIZIO DI TRANSFER
Prenota Ora